Calendario

Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 << < > >>
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

05 Nov 2013 - 11:21:05

Credere nello Spirito di Dio


http://i.imgur.com/fdNsbN8.jpg


Come il neonato non capisce il significato delle parole che la mamma gli rivolge ma può sentire solo il calore del suo abbraccio,la dolcezza della sua voce, così, chi non è ancora maturo nella relazione con Dio,non può avere una comunicazione profonda con Lui.
l'apostolo Paolo dice :Poichè tutti quelli che sono condotti dallo Spirito di Dio,sono figli di Dio.
Dio parla a seconda del livello di maturazione spirituale e del livello di comunione e di intimità che una persona ha con Lui.Nel naturale non riveliamo tutto di noi ad un estraneo,ad uno appena conosciuto,lo faremo quando ci sarà più confidenza e intimità.Occorre desiderare ardentemente di crescere nell'intimità col Signore.
Sta' in silenzio davanti all'Eterno e aspettalo.
Anche chi ha già sperimentato una potente comunicazione con Dio,può avere momenti di smarrimento,di sconforto,come è avvenuto al profeta Elia che ,dopo avere trionfato sui sacerdoti di Baal ,dopo aver fatto scendere il fuoco dal cielo di Israele ed aver fatto piovere dopo un lungo periodo di siccità ,sapendo che Jezebel ha ordinato di ucciderlo ,fugge impaurito nel deserto e poi sfinito chiede a Dio di farlo morire.
Diamo uno sguardo al racconto dell'incontro di Elia con Dio nel
Là entrò in una caverna e vi passò la notte.Ed ecco,la parola dell'Eterno gli fu rivolta e gli disse: “Che fai qui Elia?”Egli rispose “Sono stato mosso da una grande gelosia per l'Eterno,il Dio degli eserciti,perchè i figli di Israele hanno abbandonato il tuo patto,hanno demolito i tuoi altari e hanno ucciso con la spada i tuoi profeti:Sono rimasto io solo ed essi cercano di togliermi la vita.Dio gli disse “Esci e fermati sui monti davanti all'Eterno” Ed ecco passava l'Eterno.Un vento impetuoso squarciava i monti e spazzava le rocce davanti all'Eterno,ma l'Eterno non era nel vento.Dopo il vento un terremoto,ma l'Eterno non era nel terremoto.Dopo il terremoto un fuoco.ma l'Eterno non era nel fuoco.Dopo il fuoco una voce,come un dolce sussurro.Come udì questo,Elia si coperse la faccia col mantello,uscì e si fermò all'ingresso della caverna,ed ecco una voce che gli diceva...
Il vento fa pensare a qualcosa di misterioso,irraggiungibile.Alcuni cristiani hanno questa idea di Dio,ma non è così.Questa idea nasce in un cristianesimo confuso,dubbioso che non ha sperimentato una vera santificazione e comunione con Dio.
Il terremoto fa invece pensare ad un'esperienza sconvolgente,eclatante.Alcuni pensano che quando Dio ci Parla,deve accadere una potente manifestazione fisica.Ma non è così.Dio vuole che giungiamo ad ascoltare la sua voce per la fede che si basa sulle Sue promesse,non semplicemente a causa di un segno o di una manifestazione.
Il fuoco tendiamo ad associarlo con l'idea del giudizio,ma Dio è un Dio di Grazia che ci parla non per condannarci ma per edificarci ,confortarci.
Dio non era nel vento,non era nel terremoto,non era nel fuoco,era in un dolce sussurro.
La voce di Dio non è qualcosa di misterioso come il vento,non è qualcosa di potente come un terremoto,non è come il fuoco segno di giudizio e di condanna ma è come un dolce sussurro.
Dio ci parla con delicatezza,a bassa voce.Dobbiamo fare silenzio attorno a noi e dentro di noi per ascoltare la Sua voce.
Gesù ci dice: Ma tu,quando preghi,entra nella tua cameretta,chiudi la tua porta e prega il Padre tuo nel segreto;e il Padre tuo,che vede nel segreto,ti ricompenserà pubblicamente.
Mettiamoci in ginocchio davanti al nostro Signore ringraziamoLo,adoriamoLo,invitiamoLo a parlare,aspettiamo in silenzio.All'inzio non sentiremo nulla,ma a poco a poco,sentiremo dentro di noi la Sua voce come un dolce sussurro.
Abbiamo una promessa meravigliosa,Gesù ci ha detto:”Le mie pecore ascoltano la mia voce”.
Gesù è il nostro Signore e Salvatore,ascoltiamo quello che vuole dirci sulla nostra vita,seguiamoLo docilmente come le pecore seguono il pastore.Mettiamoci dietro a Lui,non davanti.Non pretendiamo che Egli benedica le nostre scelte,ma chiediamo a Lui di guidarci verso una scelta santa e benedetta .Dio non può farci vincere le guerre che non sono sue,non ci può benedire nei luoghi che non ha scelto per noi.Se siamo docili e fedeli sarà lo Spirito Santo a guidarci:Ma quando verrà Lui,lo Spirito di verità,egli vi guiderà in tutta la verità,perchè non parlerà da sé stesso,ma dirà tutte le cose che ha udito e vi annunzierà le cose a venire.
dunque camminiamo sempre uniti ascoltando e mettendo in pratica ,ogni detta parola.pace...lina ladu.

Lina · 296 visite · 0 commenti

Link permanente al messaggio intero

http://linaladu.attivi-blog.com/Primo-blog-b1/Credere-nello-Spirito-di-Dio-b1-p42.htm

Commenti

Niente Commento per questo post ancora...


Lascia un commento

Statuto dei nuovi commenti: Bozza





Il tuo URL sarà visualizzato.


Prego inserisci il codice contenuto nelle immagini


Testo del commento

Opzioni
   (Imposta il cookie per nome, email e url)